8 gennaio 2019

Dai progetti ai cantieri

Il Sindaco Stanziola: “Prima di me zero progettualità”

di Davide Cusati

Il Comune di Centola inaugura il 2019 con la presentazione delle opere che verranno realizzate, o iniziate, in questo anno solare. Nella fredda serata di venerdì 4 gennaio, nell’aula consiliare, il Sindaco Carmelo Stanziola ha illustrato gli interventi in programma sul territorio.
“Ringrazio gli amministratori di ieri e di oggi” ha esordito il primo cittadino.
Il primo intervento citato è il risanamento dell’Arco Naturale, di grande importanza perché inserito nella lista dei patrimoni dell’umanità e argomento oggetto di numerosi dibattiti circa la sua lunga inagibilità. «Finalmente – afferma Stanziola – siamo riusciti a centrare l’obiettivo: avviare l’iter per il consolidamento di un bene unico al mondo, verso il quale tutti abbiamo delle responsabilità”. La somma a disposizione per i lavori è di circa cinque milioni di euro e la riapertura al pubblico è prevista per l’estate del 2020.
Il secondo intervento interesserà le scuole delle frazioni del Comune, i più importanti sono quelli previsti per gli edifici scolastici di Centola e Palinuro, che verranno abbattuti e ricostruiti. I lavori per l’istituto di Centola inizieranno a marzo 2019 mentre a Palinuro a settembre dello stesso anno. I plessi delle altre frazioni avranno degli interventi di adeguamento e il costo totale di questi lavori ammonta a poco più di cinque milioni di euro.
Il Borgo di San Severino sarà un’altra zona che beneficerà di un finanziamento di circa due milioni per il consolidamento del costone roccioso di San Severino di Centola. Analogo importo per gli interventi sulla rete fognaria che interesseranno le frazioni di Palinuro, Foria, San Severino e San Nicola. Ad aprile è previsto un intervento che interesserà Via S. Maria, a Palinuro. L’intervento prevede, per un costo di cinquecentomila euro, una pavimentazione in pietra fino alla salita di Piazza Virgilio.
Altro intervento da segnalare è quello che interesserà il porto di Palinuro, per un importo di quasi dieci milioni di euro, che prevede il prolungamento del braccio, con una banchina più larga e pavimentata, così da consentire un “migliore approdo per le barche e per le navi”, secondo il Sindaco. “I lavori, se ci saranno tutti i pareri, cominceranno a fine 2019”
Il totale di questi lavori ammonta a poco più di 38 milioni di € e quelli elencati sono quelli che avranno un impatto maggiore sul territorio.
In chiusura, il primo cittadino, nel ringraziare i presenti si dichiara preoccupato per la fase che adesso il Comune attraverserà, dovendo far fronte a tutte le proposte presentate e alle “tempistiche che dovranno essere rispettate”. Infine l’appello: “Vi chiedo la massima collaborazione e comprensione, siamo disponibili a qualsiasi suggerimento”.