2 ottobre 2018

Palinuro, sottoscrizione accordo di programma per il consolidamento dell’Arco Naturale

di Davide Cusati

L’Arco Naturale di Palinuro tornerà presto al suo antico splendore. Lo farà grazie ad un finanziamento di cinque milioni e duecentomila euro bloccato da alcuni anni per un problema burocratico. Lo ha reso noto il sindaco di Centola Carmelo Stanziola che, nelle scorse settimane, ha incontrato il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, per definire un piano di intervento per la messa in sicurezza dell’Arco.
Lontana dal centro di Palinuro, vicino alla foce del fiume Mingardo, si trova la spiaggia dell'Arco Naturale, da sempre meta turistica per la bellezza dell'Arco e della spiaggia, una commistione di sabbia e roccia. Tutelato dall'Unesco, l'Arco è uno dei punti più suggestivi della costa cilentana, ma risulta pericolante, come dimostra il cedimento datato novembre 2007. Nel 2011 furono apposti dei sigilli per limitare il passaggio e fu costruito un "tunnel" che permetteva un passaggio sicuro. Il Comune di Centola, nel giugno 2015, ha deciso di sigillare la zona a causa del serio pericolo di caduta massi. Attualmente, tutta la costa palinurese risulta interdetta a causa del dissesto idrogeologico, compromettendo la stagione estiva e le opportunità economiche derivanti dal turismo.
Nel tardo pomeriggio di lunedì 1 ottobre 2018, nella sala della ex Casa Canadese, si è tenuto un incontro per siglare l’accordo circa il consolidamento dell’Arco Naturale al quale. data l’importanza dell’argomento, sono intervenuti: il Ministro dell’Ambiente, Sergio Costa; il Governatore della Regione Campania, Vincenzo De Luca; il Presidente del Parco del Cilento Vallo di Diano e Alburni, Tommaso Pellegrino; il Sindaco del Comune di Centola, Carmelo Stanziola e Vera Corbelli, dell’Autorità di Bacino Meridionale. L’incontro è stato aperto dal Sindaco Stanziola che ha ringraziato i presenti: “In meno di due settimane siamo arrivati a siglare questo accordo, che non è un arrivo, ma una partenza.” – dice Stanziola – “Adesso la progettualità passa nelle mani del Comune e la sfida che parte stasera è quella di rendere fruibile l’Arco Naturale già dalla prossima estate”. Il secondo intervento è di Vera Corbelli, Segretario generale dell'Autorità di bacino distrettuale dell'Appennino Meridionale: “Bisogna capire da dove viene il male per intervenire, facendo in modo che il problema non si ripresenti. Con questa progettazione preliminare dobbiamo risolvere definitivamente i problemi dell’Arco, facendo capire la sostenibilità del bene alla popolazione.”
Il Presidente del Parco, Pellegrino, nel suo discorso ha sottolineato l’importanza, anche simbolica, di questo accordo:” Dell’Arco parliamo da anni, ma è sempre fermo lì; questo protocollo dimostra che, quando la volontà c’è, si va oltre la burocrazia.”
Secondo il Governatore De Luca “Parte un lavoro importante. L’Arco Naturale è uno dei simboli del Cilento, un patrimonio da tutelare; abbiamo recuperato e reso attivo un finanziamento ministeriale, fermo dal 2015”. Concludendo non dimentica il problema causato dall’erosione costiera, su cui il governo regionale sta lavorando.
Costa, prima della firma dell'accordo, ha effettuato un sopraluogo a bordo di una motovedetta della Guardia Costiera. Agli oltre 5 milioni già stanziati, se ne aggiungono altri 3 finanziati dalla Regione Campania per il Mingardo. “Non ci devono essere separazioni quando parliamo di ambiente, non interessa il colore politico, interessano le idee.”
Esauriti gli interventi l’incontro si è concluso con la firma del protocollo.
Ora il progetto, che prevede un intervento di consolidamento e di risanamento conservativo ed ambientale dell’Arco Naturale, sarà gestito direttamente dal Comune di Centola.


Il Sindaco di Centola Carmelo Stanziola


Il Il Governatore della Campania Vincenzo De Luca


Il Presidente del PNCVDA Tommaso Pellegrino


Il Segretario Generale Autorità di Bacino Vera Corbelli


Firma del Ministro Sergio Costa


Firma del Governatore De Luca


Firma del Presidente Pellegrino


Firma del Segretario Vera Corbelli